oil13

Vintage Garage Madrid

Oil13 – Perdersi nella Grande Bellezza di Roma

Ci sono desideri che ciascuno conserva in se stesso, nascosti ed addormentati fino al momento in cui possano essere realizzati, e proprio il compimento di uno di questi, che da troppo tempo era rimasto chiuso in un cassetto abbandonato a se stesso, sono stati questi giorni a Roma.Un viaggio Onirico in una realtá piu bella di ció che ci si aspettava, seguendo una linea sottile, ideologicamente passeggiando tra rovine e secoli,alla ricerca di qualcosa che va aldilá del visibile, una ricerca antica il cui fine ultimo é quello di completarsi.Da molto tempo Roma mi chiamava da lontano, e piú di una volta avevo dovuto ritardare il mio desiderio di immergermi come un semplice turista nel suo trambusto ed eleganza, sempre distratto da compromessi di maggiore prioritá e minor importanza. Seguendo i passi di un immaginario Jep Gambardella, protagonista insieme a Roma, dell’ ultimo film di Paolo Sorrentino: La Grande Bellezza, ho percorso l’intricato labirinto di vie e vicoletti che costituiscono il cuore pulsante della Cittá Eterna, che ad ogni angolo ci regala immagini preziose ed uniche che ti riempono l’anima.Perdersi per le rovine del Palatino,senza fretta, senza il bisogno di dover andare da nessuna parte,semplicemente passeggiando e seguendo la luce del sole che si nasconde dietro gli acquedotti millenari, osservando le centinaia di crepe nei marmi dei mille monumenti sparsi per la cittá, sorridendo alle macchi verdastre di rugine sulle porte di templi lungo i Fori, e scoprorsi nel riflesso di una fontana a sorridere, felice come non piú da tempo, come un bambino a cui hanno dato quel regalo che desiderava da tempo ad a cui gi anon pensava piú é cio di cui avevo bisogno.La visione del Phanteon é sconvolgente alle 6 del pomeriggio, quando ancora c’é il sole ed un fascio di luce entra attraverso L’ Oculus centrale, mentre il colore del cielo va giá cambiando verso l’arancio del l’ultimo pomeriggio.Passeggiare per Piazza Navona e perdersi nella bellezza della fontana dei 4 Fiumi, abbellita ancor dippiú da un piccolo dettaglio nel campo visivo, un balcone decorato con Campanule Viola, che riesci giusto a percepire con l’ultima parte dello sguardo, sentire la freschezza dell’acqua della fontana, sebbene sia pieno di gente tutto intorno, e nonostante tutto e tutti, ti rendi conto di essere circondato da un profondo silenzio,é qualcosa a cui continuo a pensare tutt’ora con un immenso stupore.Dal Colosseo si vede l’ipotetica casa di Jep Gambardella, al numero 9 di piazza del Colosseo, dove si fanno “I Treni che non vanno da nessuna parte”, e che a sua volta osserva quel colosso addormentato nel ventre di una elegante ed attraente signora, che muta ossera da lontano le interpretazioni di attori, che in un teatro di incanto, seguono il loro copione,troppo cinico, rumoroso, portato avanti con prevaricazione ed arroganza, personaggi animati dall’invidia e svuotati di qualsiasi valore. Roma si é trasformata nell’ennesima spettatrice, insieme agli altri teatri del mondo,dove ciascuno gioca il proprio ruolo, un ruolo interpretato con grande maestria, senza ben tener in conto di chi in realta c’e effetivamente dietro questa ennesima maschera Pirandelliana. In accordo con il detto napoletano : “Chiagne e Fotte” proprio coloro che dovrebbero rendersi conto della grande fortuna con cui sono nati, sono coloro che che piú si lamentano e piangono degli ipotetici mali della vita da cui sono afflitti, osservando gli altri con malevolenza ed egoismo il mondo che li cironda ed addiritutta il sangue del suo sangue. La capacitá di godere delle “Piccole Cose“ della vita, ha lasciato spazio alle illusione dannose della cocaina, del tutto e subito, del denaro, dell’invidia, della mancanza di rispetto e dell’ egoismo piu assoluto.Commerciali senza nessuna capcitá, vendono la loro miglior faccia a coloro i quali la vogliono comprare per buona, chi, fatto della stessa pasta, vende la prorpio debolezza e immaturitá come pronta scusa per realizzare tutto cio che gli venga in voglia, nello stesso istante in cui il campriccio si sia manifestato e senza alla fine tener rispetto alcuno per il prossimo.

Un Detto spagnolo dice “ La Capra Sempre va verso la Montagna”, ed é vero che ognuno finisce per seguire la sua vera natura, ed a questo punto ed in virtú prorpio di tutto ció mi chiedo: Saranno Costoro attori veramente? Una Maschera non la si puó indossare per sempre, ed alla fine ció che si cerca di nascondere, ovvero il proprio volto, si dimostra ancora piú mostruso della stessa deforme maschera idossata.É proprio per tutto ció che sono dovuto andare alla ricerca della Grande Bellezza, alla ricerca di un valore estetico reale contro cui rompere lo specchio deformante della realta che puzza a rancido.Al di lá di questo ricamato telone di finzione, tenuto in piedi con 4 fili fatti di bugie ed inganni, si nasconde qualcosa che non ti piace e di cui hai deciso fare a meno.Roma é stata il calibro ed il Master Torque da tenere presente in tutto ció, un punto di rinascita e di riflessione da cui l’estetica s´é trasformata in qualcoa di piu profondo ed inevitabilmente immutabile. Per cui riprendendo una delle note del Leint Motif del film e che si é convertito, in maniera inaspettata ed ossesiva in un manifesto anche per coloro che in realtá sono il semplice oggetto e no soggetto della frase, spero anchio di aver imparato a non perdere piú il mio tempo, e con tutto ció auguro a ciascuno di voi di poter riuscire ad incontrare la Propria Grande Bellezza.

la-grande-bellezza-poster-film

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

                                                                                                                                                                                                                                   
                                                                                  ® Oil 13 Classics & Racers Vintage Garage · Madrid                                                                            
                                                                                                                garage@oil13.com